Chiusa, la città degli artisti

Strette case colorate con finestre a baia che costeggiano vicoli tortuosi: il borgo di Chiusa vanta uno dei centri storici più pittoreschi d’Italia e si trova a pochi passi dai nostri appartamenti vacanze.

Un antico ritrovo di artisti

Nella seconda metà del XIX secolo, Chiusa era un punto d’incontro molto popolare tra gli artisti. All’epoca furono più di 250 i pittori e scultori che si stabilirono in questo borgo medievale, tanto che venne soprannominato “città degli artisti”. I membri della cosiddetta colonia artistica di Chiusa produssero importanti pezzi d’arte, alcuni dei quali possono essere ammirati presso il Museo Civico.

Kloster Säben Klausen Südtirol
Klausen Südtirol

Il tesoro di Loreto

Il Museo Civico di Chiusa custodisce un tesoro d’inestimabile valore: il famoso tesoro di Loreto. Si tratta di una collezione di oggetti sacri, dipinti e altre opere artistiche realizzate per lo più da artisti e artigiani spagnoli e italiani tra il XVI e XVII secolo.

Il Museo Civico è aperto da fine marzo a fine ottobre.

Il Monastero di Sabiona, l’acropoli dell’Alto Adige

Impossibile non vederlo: il monastero di Sabiona troneggia sul borgo di Chiusa dall’alto di una rupe, che i locali hanno ribattezzato “Monte sacro”. Il monastero, che fino all’anno 1000 fu sede vescovile, è uno dei più antichi santuari dell’Alto Adige. Per raggiungerlo bisogna percorrere un breve tratto in salita, ma ne vale la pena per godere dell’atmosfera mistica del luogo, con le sue tre chiese e il panorama spettacolare. La passeggiata di Sabiona, che parte vicino al Residence Laitacherhof, conduce al monastero in circa 40 minuti di camminata. Le chiese sono aperte tutti i giorni e nei mesi di luglio e agosto viene organizzata una visita guidata gratuita a settimana.